Posso aiutarti?

Domaine Michel Magnien

E’ dalla fine degli anni ’60 del secolo scorso che Michel Magnien, rappresentante la quarta generazione di viticoltori della famiglia Magnien, inizia ad ampliare i possedimenti familiari: il Domaine oggi si estende su 18 ettari in Côte de Nuits ed è diviso in 23 denominazioni di Grands Crus, Premiers Crus, Villaggi e Regionali AOC. La svolta si ha negli anni ’90, con l’ingresso in cantina di Frédéric, figlio di Michel, che per primo incoraggia il padre a imbottigliare tutto il loro raccolto, fino a quel momento consegnato alla cooperativa Morey-Saint-Denis e a creare una propria etichetta. Nel 2008 Frédéric decide di adottare la viticoltura biologica, ottenendo la certificazione ECOCERT, per produrre vini il più possibile autentici e genuina espressione del terroir di appartenenza: tutto il lavoro in vigna e in cantina è, così, scandito dalle fasi lunari. Ulteriore coronamento a tutto il processo di riconversione è la certificazione in biodinamica ottenuta nel 2015 da DEMETER.

Il Domaine Magnien è nella Top 100 Wineries 2020 per la rivista internazionale “Wine and Spirit”.

Chambolle prende il nome dall'aspetto spumeggiante del torrente Grène. Fu nel 1878 che il nome del suo miglior Cru Musigny fu aggiunto al nome del villaggio. Questo A.O.C. esiste solo per i vini rossi e ha una superficie totale di 182 ettari, territorio che prolunga a Nord il famoso Grand Cru Musigny e il castello di Clos de Vougeot. L'Azienda fa parte...
Chambolle prende il nome dall'aspetto spumeggiante del torrente Grène. Fu nel 1878 che il nome del suo miglior Cru Musigny fu aggiunto al nome del villaggio. Questo A.O.C. esiste solo per i vini rossi e ha una superficie totale di 182 ettari, territorio che prolunga a Nord il famoso Grand Cru Musigny e il castello di Clos de Vougeot. L'Azienda fa parte...
Chambolle prende il nome dall'aspetto spumeggiante del torrente Grène. Fu nel 1878 che il nome del suo miglior Cru Musigny fu aggiunto al nome del villaggio. Questo A.O.C. esiste solo per i vini rossi e ha una superficie totale di 182 ettari, territorio che prolunga a Nord il famoso Grand Cru Musigny e il castello di Clos de Vougeot. Questo vino è...
329,00 €
Questo vino deriva dalla vigna più antica del comune, piantata nel 1881. Il sottosuolo roccioso è ben incrinato, permettendo alle radici della vite di immergersi in profondità in esso, da qui la sua straordinaria longevità. L'Azienda fa parte del circuito Biodyvin e lavora in regime di agricoltura biologica.
275,00 €
La denominazione si estende da Chambolle-Musigny a Gevrey-Chambertin e ha circa 148 ettari composti per l'80% da vini rossi. Nel XIX secolo, l'area di Clos de la Roche era di soli 4 ettari e 57 acri. Si è ingrandita quando l'AOC è stata fondata nel 1936 ed è cresciuta fino a circa 15 ettari da quando comprende i cosiddetti "Les Mochamp","Les...
19,00 €
Lo Chardonnay è l'unica varietà di uva di tutte le grandi denominazioni bianche in Borgogna. Proviene dal villaggio di Chardonnay a Saona e Loira, circa 15 chilometri a Sud di Tournus. Questa vigna cresce su un terreno completamente argilloso abbastanza profondo, tipico della denominazione: le uve di questa trama esprimono le qualità essenziali di un vino...
Situato a Sud di Digione, Gevrey-Chambertin è il primo villaggio della Côte de Nuits. Fu per l'ordinanza reale di Luigi Filippo nel 1847 che il termine "Chambertin" fu associato a "Gevrey" per diventare ufficialmente Gevrey-Chambertin. Sono i ruscelli di montagna ("goulottes"), che irrigano questi terreni ad aver fatto guadagnare l'appellativo "Goulots" a...
Questo vino possiede la più recente denominazione AOC della Borgogna (1987). Prodotto dal 2008, è un vino unico e raro poiché l'intero appezzamento appartiene al Domaine. L'Azienda fa parte del circuito Biodyvin e lavora in regime di agricoltura biologica.
Morey Saint Denis AOC 2019...
  • -10%
51,30 € 57,00 €
Risalgono al 1120 le prime menzioni di Morey, il luogo di asilo dei monaci di Cateaux nel XIV secolo, i quali probabilmente possedevano molte viti e persino una cantina già nel 1306. La denominazione si estende da Chambolle-Musigny a Gevrey-Chambertin e ha circa 148 ettari composti per l'80% da vini rossi. Questo vino 100% Pinot Noir è una miscela...
Risalgono al 1120 le prime menzioni di Morey, il luogo di asilo dei monaci di Cateaux nel XIV secolo, i quali probabilmente possedevano molte viti e persino una cantina già nel 1306. La parola "Charmes" si riferisce ad antichi campi restituiti alla terra desolata e sarebbe quindi da prendere sotto il significato di "chaume", "stoppa". L'Azienda fa parte...
Risalgono al 1120 le prime menzioni di Morey, il luogo di asilo dei monaci di Cateaux nel XIV secolo, i quali probabilmente possedevano molte viti e persino una cantina già nel 1306. La denominazione si estende da Chambolle-Musigny a Gevrey-Chambertin e ha circa 148 ettari composti per l'80% da vini rossi. Non è chiaro perché i Monts Luisant siano così...
Prodotto aggiunto alla lista dei desideri